VERMI DEL CUORE: FILARIOSI

VERMI DEL CUORE: FILARIOSI

VERMI DEL CUORE: FILARIOSI

LA FILARIOSI NEGLI ANIMALI DA COMPAGNI

Le parassitosi dei nostri animali non sono da sottovalutare! Tipico esempio di una classe di parassiti pericolosi  sono le filarie. Questi nematodi (o vermi tondi) nel cane si localizzano in cuore e polmoni, causando la filariosi cardio-polmonare.

Il loro ciclo di vita prevede un ospite intermedio, la zanzara, e l’ospite definitivo, il nostro cane.

Le zanzare succhiano il sangue da un animale malato prelevando così le larve delle filarie e, terminato il pasto, volano via.

Le larve della filaria rimarranno per qualche giorno nel corpo della zanzara fino allo sviluppo della terza forma larvale, infestante per il cane. Se la zanzara infetta punge un cane, tramite la saliva inoculerà le filarie nella cute del cane.Da qui queste migrano alla ricerca di capillari sanguigni.

Una volta entrate nei capillari della cute le larve iniziano a crescere, diventando sempre più grandi. Da dimensioni  microscopiche raggiungono lunghezze di diversi alcuni centimetri.

Le larve provocano inoltre infiammazione delle pareti dei vasi in cui scorrono, fino a causare flebite ed alterazioni del flusso ematico locale.

Man mano che le larve crescono (sono quasi sempre più di una), si allungano e si avvicinano al cuore. Qui provocano la filariosi cardiopolmonare del cane. Un ammasso di vermi lunghi come spaghetti alberga nelle camere cardiache di destra e nell’arteria polmonare.

L’efficienza della pompa cardiaca viene compromessa dalla presenza dei vermi, che impediscono la normale apertura e chiusura delle valvole e danneggiano l’endocardio.

I vermi adulti nel cuore si riproducono a loro volta, liberando microscopiche filarie che vengono riversate nel sangue e si distribuiscono nella cute, pronte per essere succhiate da un’altra zanzara, ed infestare poi un altro cane.

Ciclo della filaria Questo video aiuta a comprendere l’entità dei danni che può causare il parassita.

Ma noi cosa possiamo fare? Come accorgerci se il cane ha i vermi nel cuore? E come prevenirli?

L’ideale è somministrare regolarmente l’antiparassitario.

Prima della somministrazione del farmaco bisogna però essere certi che il nostro cane non sia già stato infettato da filarie. Si esegue quindi un test rapido attraverso un piccolo prelievo di sangue che ci permette di rilevare eventuali antigeni presenti.

Se il cane non ha parassiti adulti, possiamo trattarlo con un antiparassitario (iniettabile, spot-on o per bocca) per tutto il periodo delle zanzare.

Generalmente si consiglia di iniziare il trattamento a inizio primavera e di terminarlo a fine autunno. Può essere necessario anticipare l’inizio del trattamento o posticiparne la fine in relazione al clima e quindi alla presenza di zanzare nell’ambiente.

Leave a Comment