Dosaggio PROGESTERONE IN LAB!

Novità in campo riproduzione, basta un semplice prelievo di sangue per dosare il progesterone in circa 15 minuti.

I migliori metodi per stabilire in che fase del ciclo estrale si trova una cagna sono la vaginoscopia, la citologia (colpocitologia) e il dosaggio degli ormoni ematici (progesterone ed LH).

 

Il ciclo estrale della cagna è caratterizzato dalle fasi di

 

ANESTRO: il periodo compreso tra diestro e proestro.

 

PROESTRO: periodo caratterizzato da edema vulvare e perdite sieroematiche. La comparsa di perdite ematiche segnala il primo giorno di proestro. Nel cane ha una durata molto variabile, compresa tra 1 e 21 giorni. In questo periodo aumento la concentrazione di estrogeni, che hanno la funzione di preparare l’apparato genitale femminile alla riproduzione.

 

ESTRO: a livello comportamentale è definito come il periodo in cui la cagna accetta il maschio.

A livello ormonale è segnato dal picco di LH (ormone luteinizzante), che induce l’ovulazione. In questi giorni diminuiscono gli estrogeni ed aumenta il progesterone.

 

DIESTRO (gravidanza): compare da 7 a 9 giorni dopo il picco di LH. In questo periodo la concentrazione di progesterone continua ad aumentare, per poi diminuire alla fine della gravidanza, se questa si è instaurata, o della fine del diestro.

 

Dato che l’ovulazione avviene in corrispondenza del picco di LH, per sapere quando la cagna ovula si può ricercare questo ormone nel sangue e stabilirne la concentrazione.

Cercare il picco di LH richiede numerosi prelievi di sangue, perché la concentrazione pre e post ovulatoria è molto simile, ed inoltre il picco di LH può durare solo qualche ora. Il rischio di perdere il giorno dell’ovulazione è perciò concreto.

Per determinare il giorno esatto in cui avviene ovulazione, un metodo alternativo ed efficace consiste nel dosare la concentrazione di progesterone, che dalla concentrazione basale (1.5-2 ng/ml in prossimità del picco di LH)  subisce un innalzamento progressivo per tutta la fase successiva dell’estro. Il periodo fertile ha inizio quando la concentrazione di progesterone supera i 4ng/ml.

I test semiquantitativi con scala colorimetrica sono molto meno accurati rispetto al dosaggio numerico dell’ormone, ed è importante avere un laboratorio in grado di fornire dati quantitativi in brevissimo tempo per poter gestire il periodo fertile nel miglior modo.

 

Il dosaggio della concentrazione del progesterone non serve solo per stabilire il periodo più fertile, ma anche per conoscere il giorno di ovulazione della fattrice.

 

Perché è importante conoscere il giorno del ovulazione?

 

Perché ogni volta che programmiamo una gravidanza per la nostra cagna, ci permette di ridurre al minimo il numero degli accoppiamenti ed aumentare al contempo le probabilità di concepimento.

Conoscere il giorno dell’ovulazione rappresenta un dato fondamentale per poter gestire al meglio concepimento, gravidanza e parto.

 

 

 

In quali casi è utile dosare il progesterone?

 

Nella monta naturale: per conoscere il giorno esatto in cui presentare la femmina al maschio, per massimizzare il tasso di concepimento, per evitare viaggi a vuoto dallo stallone..

 

In femmine poco fertili o che non hanno concepito ad un precedente tentativo: la prima causa di una mancata gravidanza è attribuibile ad un errore nel periodo di presentazione della femmina al maschio. risulta quindi fondamentale, in caso di mancato concepimento, stabilire il giorno di ovulazione prima di programmare un nuovo accoppiamento.

 

Cagne con cicli estrali irregolari:  per conoscere il giorno esatto del ovulazione e quindi stabilire la fase precisa del ciclo in cui si trova.

In caso di Fecondazione artificiale con seme fresco, refrigerato o congelato: il seme conservato ha una vita più breve se comparata al seme fresco; determinare il giorno del ovulazione è imprescindibile se si vogliono avere delle chanche di concepimento.

 

 

Come stabilire la data esatta del parto?

Razze in cui potrebbe essere necessaria assistenza al parto o parto cesareo:

Il miglior modo di prevedere la data del parto è conoscere il giorno dell’ovulazione. Il parto avviene 65 giorni (+/- 1) dall’ovulazione, indipendentemente dalla data del accoppiamento.

Il cesareo va programmato tra il 64° ed il 66° giorno dalla data di dell’ovulazione. Questo tempo risulta necessario per permettere il completo sviluppo dei feti prima della nascita.

Si renderà necessario procedere ad un intervento di parto cesareo prima di tale data solo in casi di parti distocici.

 

 

Da oggi, a Villa Francesca, è possibile conoscere la concentrazione ematica di progesterone, con la massima precisione ed accuratezza,  in meno di 15 minuti dal momento del prelievo.